img mix01 piazrepub mix02 mix03 Panorama01 Calitri Panoramica Nord-Ovest
<< > || >>

Pro Loco su Internet

 
  










Chi è on line

Abbiamo 37 visitatori e nessun utente online

Login Form

Edicola on Line
























 









                                                                         

Contatore Visite

310587
OggiOggi164
ieriieri316
Questa settimanaQuesta settimana900
Questo meseQuesto mese4863
Totale visiteTotale visite310587



Bassorilievo in ceramica maiolicata raffigurante la traslazione delle reliquie del Santo.
a cura del Comitato Festa San Canio - anno 2014.

Il Presidente della Pro Loco Calitri, Vitale Zabatta, accompagnato dai Consiglieri, in data 7 Aprile 2018 si è recato in località “Li munti” per un sopralluogo alla “Pietra di S. Canio”. Andavano verificate le condizioni affinché il luogo possa essere visitato recuperando alla memoria della comunità calitrana tale bene culturale.

La storia di questa pietra è legata alla scelta dei Calitrani di elevare a proprio patrono il martire San Canione (Canio) .

Il professore Vito Acocella, nella sua “Storia di Calitri", a questo proposito scrive: “L’arcivescovo di Acerenza, Leone, avuta notizia del trattamento irriverente e trascurato del culto di S. Canione nel 799 d. C, accompagnato da una comitiva di pie persone, si recò ad Atella della Campania ed esumato il corpo lo portò ad Acerenza. In quel tempo, la pia comitiva percorse la strada militare, costruita dai Longobardi che dalla Campania giungeva in Lucania, dove si trova Acerenza.

La tradizione popolare racconta che questo gruppo di fedeli, giunto in prossimità di Calitri, in contrada “Li munti” decise di fare una sosta per riposare e ristorarsi, perciò appoggiò la bara contenente il corpo del Santo su una grossa pietra bianca. Nel frattempo le campane delle chiese di Calitri, inspiegabilmente risuonarono a festa così la comunità calitrana, colpita da questi miracolosi fatti, decise di eleggere S. Canio come proprio protettore mentre la pietra bianca prese il nome di “Pietra di San Canio”.

In memoria di queste vicende, il Comitato festa di San Canio dell’anno 2014, fece installare sul frontespizio del sagrato della Chiesa madre dedicata al Patrono, un bassorilievo in ceramica maiolicata che rappresenta la traslazione delle reliquie del Santo.





 



Associazione Pro Loco Calitri


Via campo sportivo n. 32, Calitri (AV)
tel. 082738058
cell.  3293592155 -  3474750089


Cod. Fisc. / P. Iva 00612320648
Email :  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
            Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Leggi la Privacy Policy.

Accetto i cookies da questo sito.