Museo ISA

Veduta salone principale

Veduta salone principale

Il Museo dell’Istituto Statale d'Arte (ISA) nasce grazie al lavoro di un gruppo di docenti che si sono prefissi lo scopo di lasciare testimonianza della memoria storica della scuola e di conservare tutti i manufatti prodotti dagli alunni e dagli insegnanti dal 1959 al 2004.

L’iniziativa parte nel marzo 2002 quando viene firmato il protocollo d’intesa fra Comune di Calitri, Provincia di Avellino, Soprin-tendenza per i BAPPSAE di Avellino e Salerno e Istituto Statale d’Arte.

Nel protocollo si stabilisce il trasferimento della scuola in una nuova sede e l’allestimento del museo nei vecchi locali dell’Istituto, che sono restituiti al Comune.

Pannello di ceramica

Pannello di ceramica

Il museo, allestito al primo piano, è stato inaugurato il 27 maggio 2005 ed è aperto al pubblico il sabato e la domenica, con visite guidate dai docenti che illustrano le tecniche di realizzazione dei lavori di ceramica, legno, ricamo e merletto, a testimonianza delle tre sezioni dell’Istituto.

In particolare si segnalano per la sezione di ceramica i pannelli in maiolica policroma, i vasi eseguiti al tornio e al lucignolo, i servizi di stoviglie e i pannelli modulari di svariati motivi decorativi.

Vasi, piatti e pannelli di ceramica

Vasi, piatti e pannelli di ceramica

Oggetti vari di ceramica

Oggetti vari di ceramica

Sullo sfondo pannello ad intarsio con veduta di Calitri del '600

Sullo sfondo pannello ad intarsio con veduta di Calitri del '600

Nella sala di legno si possono ammirare servizi di posate in legni diversi, intarsi e intagli, mobiletti e contenitori realizzati al tornio.

Di particolare interesse sono, inoltre, un pannello ad intarsio con una veduta di Calitri del ‘600 e un mosaico ispirato ad un quadro di Mirò.

Per quanto riguarda l’arte del ricamo e del merletto i lavori più originali sono i pannelli con l’applicazione di chiacchierino, pizzo e ricamo, i centrotavola in pizzo a tombolo e i preziosi servizi da tavola in pizzo a tombolo e ricamo.

Pizzo a tombolo

Pizzo a tombolo

Sicuramente le opere che meritano un’attenzione particolare sono quelle realizzate negli anni ’60 da alunni docenti provenienti da varie città d’arte italiane (Firenze, Urbino, Napoli, Lecce, ecc.) che hanno trasmesso agli allievi le loro conoscenze delle tecniche artistiche e soprattutto l’amore per l’arte.

Grazie a tutto ciò Calitri oggi vanta un museo unico nel suo genere per la qualità la quantità delle opere esposte.

In primo piano mosaico ispirato ad un quadro di Mirò

In primo piano mosaico ispirato ad un quadro di Mirò

Sala del Legno

Sala del Legno

Associazione Proloco Calitri

Associazione di volontariato da sempre al servizio dei cittadini per promuovere attività culturali e turistiche locali, in particolare sul territorio del Comune di Calitri.

Contattaci

Proloco Calitri

Cod. Fisc./P. Iva 00612320648

Via: campo sportivo n. 32
83045 Calitri (AV)

Tel. 082738058
cel. 3293592155
cel. 3474750089

mail: prolococalitri@virgilio.it
mail: info@prolococalitri.it
Policy Privacy